Modena


Prodotti tipici di Modena

Modena è un tripudio di sapori. Per eccellenza è una delle città del buon cibo e del buon bere. Pertanto i prodotti tipici di Modena sono tutti delizie di eccellenza, ed è impossibile non fare tappa in una delle tante trattorie della città o della provincia, per poterli degustare al meglio, nel corso di una visita a Modena e dintorni.

 

Prodotti tipici di Modena: tortellini e primi piatti

Dici Modena e non puoi non pensare ai tortellini. Ma anche tortelli, tagliatelle e lasagne. Primi piatti che hanno come ingrediente principale la pasta all’uovo. Acqua, uova e farina sapientemente impastate e tirate in una sfoglia sottile che si presta a essere impiegata per la realizzazione di paste ripiene, che avvolge un pesto di carni suine di varia qualità, prosciutto e mortadella mescolate a uovo e formaggio. W ancora in un tripudio di primi piatti conditi con ragu e besciamella, o ancora da gustare in ottime minestre in brodo.

 

Prodotti tipici di Modena: il Lambrusco

Anche a Modena, come in altre città del Circuito delle Città D’Arte della Pianura Padana uno dei prodotti tipici è il Lambrusco, che in base alla zona in cui viene prodotto ha una propria caratteristica. Sulla bassa c’è il Lambrusco di Sorbara, nel nord ovest il Salamino di S.Croce, nella pianura e sulle colline invece il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro. Si tratta di vitigni che hanno ottenuto la denominazione di Origine Controllata. Il Labrusco è un vino da tutto pasto, e nella versione più amabile è indicato anche per accompagnare il dessert.

 

 

Prodotti tipici di Modena: aceto balsamico tradizionale di Modena

Nato come digestivo da assumere a bicchierini a fine pasto, l’aceto balsamico tradizionale di Modena nel roso del tempo ha trovato impiego nei menù dei grandi chef internazionali dagli antipasti ai dolci. Essendo uno dei prodotti tipici più preziosi di Modena l’aceto balsamico tradizionale può essere venduto solo nella bottiglia designata per il Consorzio, con l’unica variante dell’etichetta che varia da acetaia ad acetaia. La sua origine risale addirittura all’undicesimo secolo e la sua caratteristica principale, senza la quale non si può parlare di vero aceto balsamico tradizionale, è il periodo di invecchiamento che non può essere meno di 12 anni e può arrivare anche a 25 anni e oltre.

 

Prodotti tipici di Modena: cotechini e zamponi

Tra i prodotti tipici di Modena non si possono non citare i cotechini e gli zamponi, che qui non si mangiano solo a Natale, ma tutto l’anno. Vengono prodotto in tutta Modena e provincia. Lo zampone, che nacque a Mirandola nel 1500, si produce con carne grassa e magra mista alle parti molli delle guance e della gola del maiale, triturate, salate e insaccate nella pelle delle zampe anteriori. Il cotechino, invece, è fatto da un impasto di carni e cotenne suine, triturate e drogate, e poi insaccato in un budello di maiale ed essiccato. Entrambi si gustano rigorosamente bolliti e serviti a fette. Ottimi se accompagnati da un bel piatto di lenticchie in umido.

 

Prodotti tipici di Modena: la ciliegia

La ciliegia è uno dei prodotti tipici della provincia di Modena. Quella di migliore qualità viene prodotta a Vignola e in tutta la fascia precollinare del modenese. Dolci e succose le varietà di ciliegia che vengono prodotte nel territorio del modenese sono il “durone bigarreau”, “la mora di Vignola”, il durone nero classico “Nero I”, il durone “Anella”, il durone “Nero II” e il “Ciliegione”. Imperdibile a Vignola il periodo della fioritura, quando la città viene attraversata da sfilate di carri fioriti che festeggiano la nuova stagione della ciliegia.

 

Per maggiori informazioni sui prodotti tipici di Modena www.visitmodena.it